• La tastiera per PC fatta con muschio e legno

  • Salvate l'Erasmus, opportunità per milioni di studenti

  • Dubbed Milly Film: la casa dai muri vegetali

  • Parco Uditore: alberi in ricordo delle vittime di mafia

  • BIOACCUMULANTI: Le sostanze inquinanti che l'Italia non riesce a bonificare

  • Riscaldare la propria casa con una foglia, da oggi si può

transparent  youtube

Sondaggio

Di cosa avrebbe bisogno la tua città?
 

Iscriviti alla newsletter!

Iscriviti alla newsletter!
Privacy e Termini di Utilizzo
 

Naturarispettiamola.it

23 Maggio: La legalità è libertà

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Ultimo aggiornamento Domenica 26 Maggio 2013 20:05 Scritto da Claudia Cusimano Giovedì 23 Maggio 2013 00:00

 

piantiamolaIl 23 Maggio 1992 un magistrato italiano, di nome Giovanni Falcone fu ucciso dalla mafia. Questo giorno è stato chiamato ‘La strage di Capaci’ poiché Giovanni Falcone, insieme alla moglie e alla sua scorta sono morti quando stavano tornando dall’aereoporto nell’autostrada di Capaci. Oggi, 23 Maggio 2013, sono passati ben 21 anni dalla sua morte ed a Palermo, sono state organizzate molte manifestazioni in suo onore. Lo stesso giorno sono arrivate alle ore 7.00 le ‘navi della legalità’ provenienti da Napoli e Civitavecchia che hanno portato a Palermo 1.300 studenti e anche molti politici tra cui il presidente del Senato, Pietro Grasso, il ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza e il presidente del Consiglio, Enrico Letta. Alle 15.45 è partito il primo corteo da Via D’Amelio verso l’albero Falcone, alle 18.00 è partito un minuto di silenzio sotto l’albero Falcone e alle ore 21.00 a Cinisi si è organizzata una fiaccolata in onore di Giovanni Falcone. All’interno della giornata diversi bambini hanno partecipato ai laboratori che alcune associazioni hanno organizzato di cui l’argomento era la legalità e la mafia. Al corteo ha anche partecipato l’Associazione Parco Uditore – U’Parco che ha realizzato con l’aiuto di Natura Rispettiamola uno striscione con scritto ‘La legalità è liberta’.

 

                                                                                                                                                      Claudia Cusimano